Gli operatori hanno 120 giorni per adeguarsi alla fatturazione mensile…

E’ ufficiale: la legge fiscale di Bilancio 2018 è entrata in vigore… Gli operatori hanno 120 giorni per adeguarsi alla fatturazione mensile.

Dopo l’approvazione da parte della Camera, il decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili è ufficialmente stata convertita nella Legge 4 dicembre 2017, n. 172.

La promulgazione della legge è entrata in vigore il giorno dopo della sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, cioè il 5 Dicembre 2017.

Tale legge sancisce il periodo mensile o i suoi multipli come lo standard minimo nelle condizioni generali di contratto, prevedendo sanzioni e rimborsi da parte degli operatori che dovessero violare le disposizioni della nuova legge.

Come sappiamo TUTTI gli OPERATORI da tempo oramai hanno deciso di modificare il concetto di MESE facendolo diventare più corto (28 giorni) chiamandolo RINNOVO e godendo pertanto di un aumento (non specificato da nessuna parte) di circa il 10%…

Gli operatori hanno 120 giorni per adeguare tutti i loro contratti alla fatturazione mensile. Il termine ultimo sarà quindi il 5 Aprile 2018.

Proprio OGGI SEMPLIFIKA si è dedicata al primo cliente che ha deciso di affidarci la richiesta di restituzione di quanto indebitamente tolto dal suo attuale operatore di TELEFONIA FISSA.

Un rimborso bello importante, perchè il cliente spende più di 1000 EURO al mese con le varie sedi che ha… e proprio non gli andava giù di REGALARE DENARO a chi già di denaro ne ha tanto.

SEMPLIFIKA da sempre sta dalla parte del cliente, ponendosi come punto di riferimento nei rapporti tra il cliente e l’operatore di TLC, che spesso opera nella giusta maniera, qualche volta no.

Se anche tu pensi si aver diritto ad un rimborso…parliamone! Lasciaci un commento, verrai contattato dal Nostro STAFF!

Nell’occasione saremo lieti di fare un CHECK UP alla situazione generale dei contratti di telefonia della tua azienda, capiremo come usi le tue risorse telefoniche, proveremo a darti qualche consiglio per risparmiare e sopratutto per migliorare l’utilizzo dei servizi che potremo offrirti, aprofittando anche degli incentivi che vengono messi a disposizione dal 2 gennaio 2018…

Vuoi saperne di più? Lasciaci la tua mail qui sotto, verrai contattato quanto prima!

 

 

Addio Bancomat: il prelievo si farà…con lo smartphone!

fonte: ispazio.net

Durante la conferenza Money2020, la società FIS ha presentato la sua idea: sostituire la carta di credito o debito con lo smartphone.  Sarà un’idea vincente?

131008120734-cardless-atm-transactions-620xa

Ecco come funziona: Attraverso l’utilizzo di un’apposita App sul telefono, sarà possibile effettuare un ordine per prelevare contanti (fino a 24 ore prima) oppure consultare i movimenti e le informazioni. A quel punto, l’App genererà un codice QR monouso e temporizzato che permetterà di autenticarci allo sportello.

Si tratta di un vero e proprio “controllo a distanza per il bancomat “, che faciliterà le nostre operazioni, visto che in un attimo potremo indicare la quantità di denaro che desideriamo prelevare e riceverla in pochi secondi da un bancomat: il tutto senza utilizzare alcuna carta elettronica ed azzerando il rischio di clonazione della carta (cosa che ultimamente capita spesso).

Mary Monahan, di Javelin Strategy & Research ha analizzato i tempi delle transazioni ATM ed ha notato che, utilizzando la tecnologia FIS, in meno di nove secondi porteremo a termine la nostra operazione; un notevole risparmio di tempo rispetto ai 30 o 40 secondi per un tradizionale prelievo ATM.

Alcune banche, come la Wintrust in Illinois, la BMO Harris a Chicago e National City di Los Angeles stanno già sperimentando il servizio e stanno studiando il piano per lanciarlo in tutti i loro bancomat entro la fine del 2014.

 

 

Facebook Home raggiunge 500.000 download in pochi giorni: record o flop?

tratto da geekissimo.com

Facebook-Home

Vi abbiamo prontamente informato dell’arrivo di Facebook Home su Google Play. Finalmente il vostro smartphone Android, anche se non tutti i modelli, può accogliere le novità presentate da Mark Zuckerberg durante la conferenza del 4 aprile.

Il lancio ufficiale dell’applicazione è avvenuto il 14 Aprile, ma in Italia è arrivato qualche giorno dopo, precisamente il 16. Come saprete, non si tratta di un sistema operativo mobile, ma di un launcher che al momento può essere utilizzato solo tramite Android e non iOS.

Una grande mancanza per gli utenti della Apple? Per ora la risposta è negativa. L’applicazione ha ottenuto 500.000 download in soli nove giorni (5 se consideriamo il lancio italiano), numero record che evidenzia le alte aspettative dei clienti di Facebook che avevano confidato nelle parole di Zuckerberg.

La maggior parte delle recensioni rilasciate sullo store sono negative, parliamo di 5.779 commenti che hanno dato una stella, ma anche quelli che hanno lasciato un giudizio migliore hanno comunque criticato Facebook Home.

Inutile, scomoda, fa schifo, troppo chiusa, brutta: queste sono solo alcune delle opinioni rilasciate per la nuova app del social network che, dunque, sembra aver deluso. Gli utenti del robottino verde hanno scelto quest’OS anche per la possibilità di personalizzarlo al meglio e non vogliono vincolarsi in questo modo, inoltre, in molti temono per la propria privacy e dichiarano che l’app non ha alcuna utilità.

E’ vero, dunque, che Facebook home ha conquistato 500.000 download, ma quanti utenti si saranno davvero convertiti alla nuova schermata? Quelli che hanno lanciato una stella probabilmente l’avranno immediatamente disinstallata. Infine, ricordiamo che Instagram riuscì ad ottenere 1 milioni di download in un solo giorno e 5 milioni in 5.

Voi cosa ne pensate?