Archivio tag: apple

I futuri iPhone utilizzeranno il riconoscimento del volto per bloccare determinate funzioni agli sconosciuti

fonte: ispazio.net

Come da titolo, secondo un recente brevetto Apple introdurrà sui propri dispositivi una nuova tecnologia in grado di riconoscere il volto del proprietario, il quale servirà a bloccare e/o nascondere determinate funzioni ad utenti non autorizzati.

face detection

Come spiegato dalla fonte, il sistema è composto da due processi: attraverso il primo verrà rilevato il volto in una determinata area, mentre con il secondo si attiverà il riconoscimento del volto e, nel caso non corrisponda, verranno bloccate e disattivate determinate funzioni. In questo modo i futuri iPhone, iPad e Mac potrebbero nascondere (ad esempio) tutte le notifiche (messaggi, email, ecc.) presenti nella lockscreen a chiunque tenti di sbirciare sul nostro dispositivo.

Un’altro esempio citato dalla fonte potrebbe essere l’arrivo di una chiamata su iPhone. Se la persona che sta guardando lo schermo del dispositivo non è un utente autorizzato, lo schermo dell’iPhone rimarrà spento continuando a suonare e vibrare; viceversa, se la persona che guarda il display è il proprietario del dispositivo, verrà mostrata la classica interfaccia di chiamata in arrivo.

Il brevetto infine mostra un’interessante feature che è in grado di “imparare” a riconoscere, di volta in volta, il volto degli utenti, migliorandone il riconoscimento giorno dopo giorno.

Intervista a Steve Wozniak: il co-fondatore di Apple si rivela, in esclusiva per iSpazio

fonte: ispazio.net

Con l’articolo che segue vi mostriamo in esclusiva l’intervista a Steve Wozniak di Leonardo Plebani (che proprio oggi ha lanciato intervistedisuccesso.com) il quale ci ha gentilmente concesso in anteprima la possibilità di pubblicare le risposte del co-fondatore di Apple.

wozniak intervista

Steve Wozniak ha fondato Apple insieme a Steve Jobs e Ronald Wayne nel 1976. E’ un inventore, ingegnere informatico e programmatore che negli anni ‘70 ha inventato i computer Apple I ed Apple II i quali hanno contribuito in modo decisivo alla rivoluzione dei microcomputer.

Quale credi sia l’abitudine che ti permette di raggiungere i migliori risultati nella vita?

Buttarmi su cose che non ho mai fatto prima e cercare un buon modo per portarle a termine, da inventore, evitando di ricrearle attenendomi a come sono state già fatte. Spendere molto tempo a pensare a come fare le cose meglio di quanto qualsiasi altra persona farebbe. Principalmente, scrivere il libro da soli piuttosto che leggerlo.

Quali sono state le tue più grandi difficoltà?

Convincere il mondo che i computer erano per persone normali. Lasciare un’azienda che tutt’ora amo, Hewlett Packard. Costruire il nostro secondo successo…il Macintosh fu un fallimento e ci sono voluti anni per costruirlo, mentre con Apple II è stato tutto più facile. Personalmente, non ho avuto difficoltà. Tutto quello che ho fatto l’ho fatto per me stesso e per divertimento. Quindi zero difficoltà, tutto è arrivato grazie alle mie competenze ed alla fortuna.

Potessi tornare indietro, che cosa faresti meglio e che cosa non faresti affatto?

Non ragiono in questo modo. Ho riflettuto talmente tanto su ogni mia decisione che posso ripetermele in testa ricordando quali sono state le mie motivazioni e sapere di aver fatto le scelte giuste. Non vivo guardando indietro pensando al passato e rimpiangendo cose. Nella vita si può sorridere o aggrottare le sopracciglia, quindi perchè crearsi dei motivi per preoccuparsi?

Cosa consiglieresti alle persone che vogliono seguire i tuoi passi?

Non sono sicuro di quello che intendi. Fondare una società quasi per sbaglio? Sviluppare importanti e inusuali competenze ingegneristiche? Essere bravi in qualcosa che ad un certo punto si rivelerà estremamente importante? Creare un grande prodotto da solo? Non farsi influenzare o corrompere dal successo nel business? Preoccuparsi per le persone che hanno bisogno di qualche cosa? Difficile dire di che cosa si tratti.

Woz_in_front_of_Apple_II__Flickr__Condivisione_di_foto-570x379

Di seguito vi riportiamo invece l’intervista in lingua originale:

  1. What do you think is the best habit which allows you to get the best results in your life/work? Taking on things you never did before and trying to figure out a good way to do them, as a builder, and not recreating things according to how it has been done before. Spend lots of time thinking about how to make things better than any other human would. Mainly, write the book yourself rather than read it.
  2. What were your biggest difficulties? Convincing the world that computers were for normal people. Leaving a company I loved to this day, Hewlett Packard. Building our second success…the Macintosh had failed and took years to build, whereas the Apple ][ had come easily. Personally, no difficulties. Everything was what I’d be doing for fun for myself. So no difficulty, it came to me by skill and luck.
  3. If you could go back, what would you do better and what wouldn’t you do at all? I don’t think that way. I had such good thinking on all my decisions, that I can repeat them in my head and know what my reasons were and they were good. I don’t live looking back and regretting things. You can smile or frown, so why give yourself reasons to frown.
  4. What would you suggest to the people who want to follow in your footsteps? Not sure what you mean. Founding a company almost by accident? Developing great and unusual engineering skills? Being good at something that becomes very valuable at some point in time? Creating a great product single-handedly? Not being swayed or corrupted by business success? Caring about people who need things? Hard to say what it’s about.

Apple aggiungerà tante nuove funzionalità al suo Touch ID

fonte: ispazio.net

Vi avevamo già parlato di un brevetto relativo al nuovo sensore introdotto da Apple nel suo iPhone 5S, ma oggi è trapelato un ulteriore documento integrativo che sembra svelare altri importanti dettagli. Il Touch ID sarà dotato di nuove funzioni stile trackpad.

1122-touchidpatent-1-530x318

In questo nuovo documento, pubblicato nel database della World Intellectual Property Organization, vengono svelate nuove e possibili funzioni del famoso Touch ID. Stiamo parlando di funzioni “trackpad-like”, grazie alle quali il sensore sarà in grado di tracciare i movimenti del dito dell’utente ed associare un comando ben preciso.

In questo modo il soggetto potrà usare il Touch ID proprio come un trackpad, navigando tra le varie applicazioni del device senza dover toccare lo schermo. Per fare un esempio, Apple mostra come sarebbe possibile esplorare una zona in Mappe semplicemente muovendo il dito sul piccolo pulsante frontale. Inoltre, un gesto del vostro dito dal basso verso l’alto potrebbe attivare il multitasking, ma queste sono solo due delle possibili combinazioni di gesti per attivare altrettante funzioni sul device.

touch_id_map_pan

Le novità però non sembrano fermarsi qui. Apple infatti spiega come la possibilità di riconoscere la pressione del dito sul pulsante, e la durata di quest’ultima, possano attivare ulteriori comandi sul dispositivo. Inoltre, grazie all’aggiunta di un ulteriore sensore, il Touch ID potrebbe riconoscere l’intensità della pressione, associando altre funzioni e rendendo l’interazione device-utente molto più semplice ed immediata.

Una parte significativa del brevetto riguarda l’identificazione di utenti specifici e la personalizzazione del dispositivo per ciascuno di essi. Questo fa riferimento alla possibilità di creare diversi profili, come ad esempio un profilo “Ospite” grazie al quale certe applicazioni sono accessibili solo attraverso il riconoscimento dell’impronta digitale del proprietario. Per fare un esempio, se un bambino volesse accedere alle Impostazioni dell’iPad dei genitori, iOS attiverebbe il riconoscimento dell’impronta del padre o della madre, bloccando di fatto l’accesso al bambino.

touch_id_mail_auth

Nel complesso, la domanda di brevetto da parte di Apple è rappresentata da un enorme documento composto da 610 pagine che incorpora 464 domande, le quali coprono una vasta gamma di applicazioni per il Touch ID nel prossimo futuro. Sembra quindi che la società di Cupertino abbia grandi progetti in mente per il nuovo tasto fisico dei suoi dispositivi.

Secondo voi vedremo queste interessanti funzioni già su iOS 8 e iPhone 6?

iOS 7.1 beta: ecco tutte le novità introdotte da Apple

fonte: ispazio.net

Apple ha rilasciato agli sviluppatori la prima beta di iOS 7.1. Come di consueto in questo articolo raccoglieremo tutte le novità introdotte ed i miglioramenti apportati da questa nuova versione del software iOS per iPhone, iPod Touch ed iPad.

novità-ios-7.1

Come vi avevamo precedentemente annunciato, la build dell’aggiornamento è la 11D5099e. Questa versione beta può essere scaricata da tutti gli sviluppatori al  developer center. L’aggiornamento pesa 1.4GB per iPhone 5S.

Di seguito elenchiamo tutte le novità riscontrate, man mano che le troviamo. Vi consigliamo perciò di aggiornare frequentemente l’articolo.

1. Prestazioni: sono stati risolti alcuni bug che hanno migliorato le performance generali del sistema. In particolare su iPad le animazioni ora sono più fluide. Su tutti i dispositivi si riscontra invece una maggiore velocità nelle animazioni.

2. Tastiera: Nel menu “Accessibilità” ora è possibile impostare la versione nera della tastiera come quella di default che comparirà in ogni occasione.

Schermata 2013-11-18 alle 22.44.20

3. Foto Burst: Nelle impostazioni “Foto e Fotocamera” è stata aggiunta la possibilità di caricare su  Photo Stream le foto scattate in modalità Burst su iPhone 5S.

IMG_0690

4. Testo grassetto: In “Accessibilità” è possibile attivare la modalità “Testo grassetto” che modificherà lo stile di tutto il sistema per offrire una migliore leggibilità. Questo cambiamento con iOS 7.1 non necessita del riavvio del dispositivo.

5. Fotocamera: Aggiunta una nuova modalità “Auto HDR” per scattare le foto.

IMG_0685 IMG_0684

6. Centro Notifiche: una scritta ora ci informa se non sono presenti notifiche.

IMG_0681 IMG_0682

7. Yahoo!: Il nuovo logo di Yahoo!, comparso per la prima volta nelle impostazioni di  iOS 7.0.4, ora figura anche nel Centro Notifiche e nelle applicazioni Meteo e Borsa.

IMG_0688 IMG_0689

8. Flickr: Il logo di Flickr è stato aggiornato con uno senza il precedente sfondo con gradiente.

Schermata 2013-11-18 alle 22.42.10

9. Aumenta Contrasto: l’opzione Aumenta Contrasto nel menu “Accessibilità”  ora permette di scegliere se ridurre la trasparenza e utilizzare colori scuri. Quest’ultima opzione renderà lo sfondo delle cartelle di colore scuro per far leggere meglio il nome delle applicazioni.

Schermata 2013-11-18 alle 22.43.18

10. Centro Notifiche: cambiata la grafica del pulsante per eliminare le notifiche. Prima e dopo nelle seguenti immagini.

PRIMA

DOPO

PRIMA_DEL

DOPO_DEL

11. Fotocamera: Adesso, se nelle opzioni della fotocamera abbiamo attivato il flash automatico ci verrà segnalato prima di scattare la foto se verrà utilizzato o meno il flash grazie ad un piccolo pulsantino giallo che apparirà in basso, come succede per l’HDR.

IMG_0687

12. iTunes Match: risolto il bug che provocava periodi di caricamento molto lunghi per accedere alla libreria di iTunes Match.

13. Font più grande: In “Accessibilità” la sezione per ingrandire il carattere del sistema cambia da “Font dinamico più grande” a “Font più grande”.